Archivi Blog

Arriva l’estate

Nonostante qualche simpaticone avesse previsto un nubrifagio, inesistente, durante lo scorso fine settimana, in realtà l’Estate sta con pazienza prendendo posto nelle nostre giornate. L’Estate porta  belle, lunghe giornate di sole,  magari da trascorrere al mare, con gli amici. Ed è tempo di vacanze. C’è un piccolo problema: l’albergo o l’affittacamere che avete scelto non consente di portare con voi il vostro gatto. Mannaggia. Cambiate albergo o affittacamere? No, è così carino ed economico. Abbandonate il gatto! Chiaro! Non meravigliatevi, è un ragionamento chiaro e lineare in un mondo dove esiste ancora una larga fascia di ignoranza per la quale agli animali domestici si danno da mangiare gli avanzi di tavola.

Allora scatta la Campagna IO TI AMOOOOO! del gruppo di volontari MONDO GATTO.

Mondo Gatto Milano, da più di 25 anni, cerca di contrastare questo fenomeno, effettuando, durante tutto l’anno, campagne di sterilizzazione, per il contenimento delle colonie feline, in collaborazione con le Istituzioni della Città di Milano.

Inoltre, nel periodo estivo, grazie anche all’opera di sensibilizzazione e di informazione fatta dall’Associazione, cerca di indirizzare le persone che hanno problemi ad occuparsi del gatto nel periodo estivo, verso soluzioni di pensioni a domicilio e cat-sitting.

Non abbandonare il tuo animale, salvagli la vita!

Non mi stancherò mai di dirlo, i nostri animali domestici, che sono domestici da poco in realtà, abitano questo pianeta da molto più tempo di noi. Siamo noi gli intrusi. Siamo noi che dovremmo chiedere il permesso di entrare nelle loro vite. Non sono stato certo io il primo a dirlo, ma finché l’uomo non capirà il rispetto profondo verso gli altri animali, non potrà trovare pace con sé stesso. Buona Estate a tutti.

Annunci

Dove vai in vacanza?

L’argomento del post di oggi rimanda automaticamente all’estate, ma con la stagione invernale iniziano anche le prime escursioni in montagna, le settimane bianche, insomma, i mici ce li portiamo dietro o li lasciamo a casa? E se li lasciamo a casa, a casa nostra o in una pensione per gatti?
Ovviamente la risposta è influenzata molto da quale sarà la meta: se abbiamo una nostra casa in cima al cucuzzolo della montagna o se alloggeremo in una struttura alberghiera non disponibile ad accettare animali domestici.

Allora le opzioni sono: mettere il gatto in una pensione o trovargli una bella baby sitter? Ci sono dei vantaggi e degli svantaggi in ambedue i casi. Molto dipende da come i gatti reagiscono o rispondono alle due situazioni, e ciò dipende dalla personalità del gatto stesso. Sta a voi valutare la soluzione migliore. Eccovi alcuni spunti per decidere.

I pro di una Pensione per gatti

  • Non ci sono “persone” che vengono a casa vostra in vostra assenza.

  • Il vostro gatto è sempre sotto controllo in una struttura affidabile con professionisti sempre a disposizione. È la loro professione e si spera che sappiano ciò che stanno facendo.

I contro di una Pensione per gatti

  • Una pensione per gatti è conveniente ma è importante trovarne una della quale fidarsi totalmente. Non sono tutte “eccezionali”. Dovete trovarne una che abbia una buona reputazione. Potrebbe accadere che i gatti non ricevano le attenzioni che desiderano. Avere personale che dedica loro maggiore attenzione potrebbe essere addirittura un extra sulla “retta” da pagare. Controllate tutte le opzioni che la pensione offre e le possibilità di svago che avrà il micio.

  • La maggior parte dei gatti si stressa nei posti che non sono a loro familiari.

  • Come per i bambini in un asilo nido, i gatti saranno soggetti a passarsi anche un banale raffreddore, un’infezione del tratto respiratorio superiore. Ovviamente la vaccinazione riduce i rischi.

I pro di una Pet Sitter

  • Ci sarà sempre qualcuno che vi controlla casa e che la tiene attiva anche in vostra assenza: ricevere la posta, aprire le finestre per cambiare l’aria, tenere la luce accesa per far vedere che a casa c’è qualcuno (i ladri controllano tutte queste cose!). Se siete fortunati e vi fidate moltissimo potreste anche trovare chi si trasferisce temporaneamente da voi durante la vostra assenza. Ciò ovviamente significa gioia per il vostro gatto. Provate a chiedere al vostro veterinario ed al suo staff, magari c’è qualche studente di veterinaria che potrebbe essere interessato. Voi avreste il servizio con in più un occhio decisamente allenato a veder se funziona tutto, in casa e nel gatto.

  • Il gatto è nel suo ambiente e la cosa è per lui molto rassicurante

  • Il cibo a sua disposizione è il suo abituale per cui non ci saranno problemi di cattiva o eccessiva alimentazione.

I contro di una Pet Sitter

  • La persona che verrà in casa vostra dovrà essere di totale fiducia, e viviamo in un’epoca dove alle volte fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio.

In ogni caso, che sia la pensione o la persona che viene da voi, dovete assicurarvi di dare delle chiare istruzioni su cosa volete che sia fatto. Nessuno conosce il vostro gatto come voi: cosa gli piace e cosa non gli piace mangiare, se ha bisogno di cure, se e come gli piace giocare, quali sono i suoi giochi preferiti ed anche spiegare a chi lo seguirà in vostra assenza se ha dei comportamenti particolari che potrebbero mettere in difficoltà il pet sitter stesso.

Inoltre è importantissimo sempre avere un contatto telefonico per ogni evenienza, sia per voi che per chi lo accudirà.

Una volta messo in chiaro ogni aspetto, partite e godetevi la vacanza.

Fonte| Trad. ed adattamento da  PetPlace.com