Archivi Blog

Il Medico Risponde: problemi di vecchiaia

Buonasera dott.ssa,

 possiedo un gatto di 11 anni che da una 20 di giorni ha iniziato ad avere problemi con la defecazione e l’urina, nel senso che ha iniziato a farmela spesso fuori dalla lettiera, (soprattutto l’urina), ho anche notato che da una settimana ha difficoltà di movimento, non ce la fa più a saltare bene, ieri addirittura ho notato che scendendo da una sedia le zampette anteriori non lo reggevano molto.
I primi problemi sono iniziati poco meno di 2 anni fa con vomiti mattutini, risolti con gastrointestinal e razioni di cibo date in modo frequente ma in piccola quantità, il gatto chiedeva anche cibo in modo compulsivo e  nevrotico,dalle analisi risultò che assorbiva meno di quanto mangiava (il colesterolo era basso), aveva anche i vermi (coccidi), che sono stati curati.
Ora volevo chiederle da cosa potevano dipendere questi problemi apparsi nelle ultime settimane? Problemi renali non penso visto che il gatto beve poco, ho letto che i gatti vecchi possono avere problemi di tirodide è vero?
grazie
Fabio

Caro Fabio,

i problemi che lei ha riscontrato ultimamente  non sono rari nei gatti anziani e potrebbero dipendere da cause diverse.

L’urinazione e la defecazione inappropriata si verificano nel gatto anziano in seguito a disturbi comportamentali o metabolici e tra questi sicuramente è importante valutare i parametri renali e tiroidei, perchè anche in assenza di altri sintomi, possono risultare alterati. L’ipertiroidismo è una condizione che si verifica con maggior frequenza nei gatti dopo una certa età ed è causata da un aumento di produzione degli ormoni tiroidei in seguito alla comparsa di noduli benigni nella ghiandola talvolta riscontrabili alla palpazione.

Se le analisi non dovessero evidenziare anomalie, potrebbe trattarsi di un problema comportamentale che può essere trattato con l’ausilio di integratori formulati apposta per disturbi di questo tipo. Il fatto che abbia difficoltà di movimento mi può far pensare anche a un problema di dolorabilità articolare, molto frequente nel gatto anziano ma spesso sottovalutato. Le consiglierei pertanto di aumentare il numero di lettiere a disposizione e di utilizzarle  con i bordi più bassi, al fine di renderle più accessibili al suo micio. Discuterei inoltre con il suo veterinario l’eventualità di somministare un antidolorifico e/o un condroprotettore in base agli esiti dell’esame clinico.

Spero di esserle stata d’aiuto.

Un saluto

 

Foto:  http://ideazampa.com

 

Annunci