Archivi Blog

Basta uno sguardo

“Quando i verdi occhi di un gatto
scrutano dentro di voi
potete essere certi
che qualunque cosa
intendano dirvi è la verità”.
                                                                                  Lillian Moore

occhi di gatto

“Guardami negli occhi, ci capiamo al volo tu ed io.”

I gatti offrono sempre un’immagine spontanea di sé.
Hanno occhi incapaci di mentire ma sono abbastanza vanitosi da offrirci sempre il loro lato migliore.
E’ con la dolcezza di Fly che auguro a tutti un…felino 2012!

Foto by http://vuvusphotogallery.blogspot.com/

La coda e gli artigli

La coda

Lo sapevate che lo scondizolare dei gatti ha il significato esattamente opposto rispetto allo scodinzolare dei cani? Non significa, gioia e voglia di giocare. Anzi, è più un “cerca di stare alla larga”. La coda dei gatti è una meraviglia di anatomia e di bio-ingegneria allo stesso tempo. Oltre ad avere un importante ruolo nella modalità di comunicazione per i gatti, essa ha una importanza funzionale nell’assetto stesso del gatto, dei suoi movimenti. Lo strumento principale per bilanciare il proprio corpo durante le sue acrobazie. Più o meno ha la funzione del bilanciere per l’equilibrista che cammina sulla fune, un vero e proprio contrappeso che usa mentre cammina lungo percorsi stretti, che siano la testata del letto o gli scaffali più alti che avete in sala. Funziona, la coda, come una specie di giroscopio che consente al gatto di sapere sempre esattamente la sua posizione ed il suo orientamento, cose che sarebbero difficilissime da mantenere se devono repentinamente cambiare direzione nella corsa mentre stanno inseguendo un potenziale pranzo.

Gli artigli

Nel mondo della fantasia bisogna essere un X-Man, un mutante come Wolverine, per possedere il micidiale potere degli artigli retrattili (nel suo caso in adamantio, ma non si può avere tutto), potere che verrebbe sicuramente deriso dalla maggior parte del pubblico se il suo nome venisse tradotto in italiano. “Eccolo, l’incredibile…Ghiottone, per non infierire con Gulo Gulo!!

Per un gatto i suoi artigli sono l’arma principale. Oltre ad essergli utili nell’arrampicarsi, come dei ramponi d’acciaio, gli artigli possono essere veramente letali. Li può rapoidamente sfoderare e colpire un nemico e sventrare una preda. Gli artigli sono sempre nascosti nella zampa, finché questa non viene estesa. Inguainate in maniera sicura mentre il gatto è rilassato, anche se cammina, gli artigli rimangono sempre affilati come rasoi, pronti all’uso. Durante una stiracchiatat nel bel mezzo di un pisolino, o per un attimo di nervosismo, i tendini che controllano gli artigli vengono tesi, consentendo la loro uscita verso l’esterno.

Quando vedete il vostro gatto che si stira lungo il divano graffiandolo con precisione, sappiate che sta compiendo alcune delle azioni principali per la perfetta manutenzione della sua arma: prima di tutto le pulisce, eliminando le cellule morte che si sono offuscate e che si staccano facilmente, mantenendo l’artiglio affilato, ed inoltre esercita la muscolatura con del sano stretching. Per non parlare dell’azione di marcatura del territorio, fatta di graffi e sostenze secrete dalla ghiandole che si trovano tra le dita. Lo fanno sia i felini domestici che quelli selvaggi.

Comodo il materasso!

Ecco il risultato di “una foto al giorno” della scorsa settimana: la foto che ha riscosso più like e che merita, quindi, un posto d’onore nel blog è…

In effetti, non stupisce poi tanto che guardando questa foto molti di noi possano sorridere e invidare molto l’attività di questi 3 felini  che, pur senza saperlo, sono ottimi testimonal del negozio dove si trovano, che – naturalmente – vende materassi!

Chissà perché nel linguaggio comune si usa più l’espressione “vita da cani”, quando un gatto può beatamente dormire 16 ore su 24….

Naturalmente, il suo ciclo biologico è diverso e contrario rispetto a quello di noi essere umani: ecco perché i mici si riposano durante il giorno mentre i padroni sono fuori e quando arriva l’ora di andare a letto….per loro è il momento di cominciare il gioco: il salto sul letto, l’aggrapparsi alle tende, affilarsi le unghie….e naturalmente…..fare di tutto per svegliare l’umano!

Grazie per la foto , una splendida istantanea di questi beati esseri magici.

L’autrice della foto ci racconta che in Belgio (dov’è stata scattata) gli animali sono trattati meglio degli esseri umani: per loro c’è la possibilità di entrare nei bar, nei parchi, nei supermercati, nei negozi… oppure vengono piazzati appositi paletti per la loro sosta, intanto che i padroni entrano in negozi dove non sono ben accetti (negozi di alimentari, giustamente!). Anzi, spesso si esibiscono nelle vetrine dei negozi dei propri genitori umani!

Alla prossima settimana e …. continuate a votare le foto!

Nella prossima vita voglio essere un gatto. Dormire venti ore al giorno e aspettare che ti diano da mangiare. Starsene seduti a leccarsi (…). Gli umani sono dei poveretti, rabbiosi e fissati“. Charles BukowskiIl capitano è fuori a pranzo, 1998

Guardare il mondo dall’alto

Foto By Flickr

I felini sono solitamente animali molto fotogenici (e non perché noi li amiamo): probabilmente perché i gatti sono abbastanza vanesi e questo li rende ancora più affascinanti.

Ecco perché da oggi abbiamo pensato di condivivere ogni giorno uno scatto che li riguardi, pescato dalla rete, dalle macchine fotografiche dei padroni, di amanti o di attenti osservatori.

Anche questo è un modo per conoscere più approfonditamente la natura del gatto, riuscendo a spiarlo in alcuni momenti.

Una foto al giorno che sarà pubblicata e condivisa sulla nostra pagina Facebook (diventate fan!). Alla fine della settimana eleggeremo la foto più votata che troverà un posto privilegiato sul nostro blog.

Cominciamo con questo scatto dall’alto: buona visione e……votate le foto che vi piacciono!