Basta avere pazienza

I processi evolutivi cognitivi, se così li possiamo chiamare, hanno bisogno di tempo per poter evolvere e diventare patrimonio “culturale” di una specie. Alle volte non di tantissimo tempo. Mi ricordo l’esempio della Macaca Fuscata dell’isola di Koshima, una razza di macaco giapponese: abituati a mangiare bacche e frutti spontanei, furono messi in contatto con un nuovo tipo di cibo, la patata dolce, buttata sulla spiaggia e quindi sporca di sabbia. La giovane Ima, un macaco femmina di un anno e mezzo, imparò a lavarla nell’acqua di fiume ed insegnò la tecnica alla madre. Poco tempo dopo tutta la comunità lavava il cibo prima di mangiarlo. Il passo evolutivo successivo fu che la giovane Ima provò a lavare le patate in acqua di mare, quindi salata, con un deciso miglioramento del sapore. La sera stessa tutte le scimmie lavavano le patate nell’acqua di mare.

L’abilità nell’arte della caccia appartiene assolutamente alla storia dei grandi e dei piccoli felini, conoscono per “istinto” le tecniche di caccia e di lotta che esercitano sin da piccoli nel gioco. Ma che stimoli hanno nelle case? Come possono sviluppare e migliorare la loro “natura venatoria”, che poi è la loro principale caratteristica specifica. Sono perfette macchine da caccia, che non hanno più bisogno di cacciare. Però lo stimolo a trovare dove il cibo è nascosto è ancora forte. Forse non hanno più bisogno di dover lottare con la preda per tramortirla e ammazzarla, perché è in busta o in scatoletta. Ma sapere e scovare dove si nasconde è sempre stimolante. Non solo, bisogna anche capire con quali meccanismi è possibile raggiungerlo.  Una delle tecniche adottate dai mici domestici è piazzarsi di fronte allo sportello dove sanno che c’è la pappa, emettere un leggero miagolio per attirare l’attenzione, incrociare lo sguardo dell’umano ed invitarlo a guardare la maniglia: per piacere puoi aprire questo sportello per me? Grazie. Se l’umano è assente allora bisogna arrangiarsi, capire il meccanismo di apertura e riuscire a compiere l’azione anche senza l’uso del pollice opponibile, che per voi sembrerà normale, ma è l’invenzione anatomica più incredibile ed utile della storia dell’uomo.

Riuscire a fare una cosa del genere non è un semplice giochino divertente e simpatico da guardare, ma la dimostrazione di una notevole intelligenza del gatto, che usa il ragionamento con processi di astrazione e manipolazione assolutamente superiori. Ma di quale giochino sto parlando? Giusto, guardate il video successivo ed imparate. Buona giornata a tutti.

 

 

Annunci

Pubblicato il 16 aprile 2012, in Educazione con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: