Maschi o femmine?

Accogliere un gatto in casa non è sempre una scelta decisa a tavolino. Quanti di voi hanno uno o più gatti, ed almeno uno o lo avete trovato o vi si è presentato miagolante sulla porta di casa, concio e malnutrito? Altissima percentuale, sono certo. Chi invece decide spontaneamente di accogliere un gatto in casa, comprandolo o adottandolo da un gattile, si pone delle domande. Una delle prime è: prendiamo un maschio o una femmina?

Che differenza c’è tra il condividere il proprio appartamento e la propria vita con un gatto o una gatta? C’è una scelta migliore dell’altra? Ci sono molte opinioni diverse a riguardo.

Esistono delle caratteristiche specifiche che siano attribuibili a i due generi, rendendoli particolari? Non è una cosa così semplice da capire.

È però possibile fare delle generalizzazioni di valutazione di massima. Molto molto di massima. Vediamo quali sono.

I Pro per le gatte

  • Alcuni sostengono che le gatte siano più remissive.
  • Si dice che le gatte si affezionino maggiormente e  che siano di compagnia, molto più dei maschi. Si dice eh, non che sia vero. È un dato di fatto che qualunque gatto che cresca in un ambiente d’amore e tranquillità vi darà come risposta, altrettanto amore in maniera incondizionata.
  • Le gatte hanno minori problemi urinari. Questo è un fatto. Come lo è che tendono ad avere minor attività di marcamento territoriale.

I Contro per le gatte

  • Sterilizzare una gatta costa molto di più rispetto ad un maschio.

I Pro per i gatti

  • Alcuni dicono che i maschi siano più remissivi e che si affezionino di più.

I Contro per i gatti

  • I maschi hanno molti più problemi comportamentali rispetto alle femmine.
  • I maschi non sterilizzati si impelagano in guai molto più delle femmine. Hanno una grande tendenza ad allontanarsi da casa per lunghi tempi (per colpa delle femmine).

Ovviamente queste sono delle generalizzazioni che sono anche facilmente opinabili. Il primo gatto per voi, sarà sicuramente sempre un grande gatto, maschio o femmina che sia.

Se però avete già un gatto e volete prendere il secondo, allora l’argomento cambia decisamente, perché la vostra scelta dovrà essere fatta in funzione del sesso del “padrone di casa”.
No, non voi… il micio o la micia. Molti sostengono che sia meglio che il secondo sia del sesso opposto al primo, ciò diminuirà le possibilità di risse furibonde tra i due.

A questo punto potrebbe partire un esperimento. Vista la scarsa disponibilità di dati statistici sull’argomento, ve la sentite di raccontare la vostra esperienza?

Fonte| Pet Place

Annunci

Pubblicato il 14 marzo 2012, in Consigli con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: