Sogni di gatto

Mi sono spesso chiesto, ma i gatti sognano? Con tutte le ore di sonno che fanno, ci sarà spazio, o meglio, tempo per  qualche sognetto!
Ovviamente la risposta è sì, i gatti sognano. Sono mammiferi ed esattamente come tutti i mammiferi hanno bisogno del sonno per riposare il corpo e la mente.

A dire il vero, molti scienziati pensano che lo stato di sonno sia lo stato naturale del corpo. Se stiamo svegli è perché abbiamo una costante attività neurale in una regione del cervello detta Sistema Reticolare Attivatore Ascendente. Quando noi, o i nostri gatti, siamo stanchi, ci stendiamo, preferibilmente in una stanza dove non ci sono rumori, un po’ in penombra, o al buio, chiudiamo gli occhi e ci addormentiamo. Ciò avviene perché abbiamo “spento” il 50%  degli stimoli esterni che arrivano dalle tensioni muscolari, ed abbiamo ridotto in maniera drastica le stimolazioni visive ed acustiche. In parole semplici: se siamo rilassati, sdraiati, e non stiamo ascoltando o guardando niente, ci addormentiamo. Lo sappiamo e lo facciamo tutti, ed è per questo che la sera andiamo a letto, spegniamo la televisione, abbassiamo le serrande, spegniamo la luce e dormiamo. Lo facciamo perché è naturale, ma non sappiamo nel profondo, perché lo facciamo. Così il gatto ha i suoi rituali prima di mettersi a dormire. Sappiamo da sempre che funziona così, da prima dell’evoluzione delle scienze che studiano il sonno, e da prima della televisione.

I gatti, come gli umani, attraversano varie fasi del sonno, a partire dal sonno leggero ad onde lente, durante il quale l’elettroencefalogramma mostra delle onde cerebrali che oscillano lentamente, ed il gatto non è del tutto rilassato e si sveglia facilmente. Poi arriva il sonno profondo ad onde lente, le onde cerebrali rallentano ed il gatto diventa sempre più rilassato e difficile da svegliare. Alla fine arriva la fase REM, rapid eye movement, l’encefalogramma è molto attivo, come se il gatto fosse sveglio, ma il corpo è profondamente rilassato. Il corpo si rilassa, ma la mente è sveglissima. È adesso, in questa fase dove svegliarsi è complicatissimo, che avvengono i sogni, che tu sia umano o felino. Anche se rilassato, il corpo sembra reagire a degli stimoli, e mi capita spesso di vederli, completamente rilassati che però muovono le zampe anteriori come per cercare di prendere qualcosa, con un gesto che assomiglia al nostro “vieni, vieni quà, non ti faccio niente” ed ogni tanto scalciano con le zampe posteriori, forse un segnale di uno scatto o di una corsa. I gatti seguono il nostro stesso schema di sonno, le varie fasi si seguono a ciclo, per oltre 10 ore.

Altra cosa sono i pisolini che il gatto fa durante il giorno. Lì è la mente che dorme, più che il corpo, come è dimostrato dagli elettroencefalogrammi. E non ci sono sogni in questi casi.

I gatti sognano così come sogniamo noi. La domanda principale è: cosa sognano? La risposta non la conosco e diffido di coloro che dicono di averla con certezza. L’unica cosa che posso dire è ciò che vedo e che ho visto nei miei gatti. Le loro azioni in fase di sonno REM possono essere di vario tipo, e credeteci o meno, hanno delle espressioni sul volto, ehm, sul muso. Principalmente due: concentrazione e preoccupazione. La concentrazione è presente soprattutto quando dormono in posizione distesa,  non acciambellata e, come ho detto prima, è spesso associata a movimenti degli arti, come se stessero inseguendo o cacciando. Mi è anche capitato di vederli dormire acciambellati, con l’espressione preoccupata. Sembra che cerchino di proteggersi ed emettono dei leggeri suoni, dei miagolii nervosi e si svegliano di soprassalto, per poi iniziare, praticamente subito, dopo essersi guardati intorno, a leccarsi le zampe. Sono sicuro che hanno avuto un incubo. Non so se ha valore scientifico o meno, ma una cosa è certa: uno dei miei gatti ha più incubi degli altri, molti di più e guarda caso è l’unico dei tre che ho trovato abbandonato sul ciglio di una strada di campagna, in mezzo all’erba alta, sporco, raffreddato, pesava 300 grammi circa ed era lungo 15 cm. Ogni tanto anch’io ho degli incubi. I suoi.

Annunci

Pubblicato il 22 febbraio 2012, in Consigli, Educazione con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. confermo assolutamente quanto dici: anche io ho due gatti e solo uno ha incubi mentre dorme (o almeno così mi sembra).. è il micio che abbiamo trovato abbandonato quando aveva un mese e mezzo, bagnato (pioveva), affamato e piangente.
    per fortuna ha trovato me e la mia famiglia che lo abbiamo tenuto e viziato come un piccolo principe. adesso ha una vita serena, ma evidentemente si ricorda ancora i brutti momenti passati..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: