Guanti caldi e cappelli di feltro.

Spesso siamo rigidi come il tempo d’inverno, grigi come è il cielo sulla nostra testa. Dimentichiamo la tenerezza, i sogni dietro scrivanie colme di lavoro.  Carte su carte, libri su libri. Ogni distrazione causata dalle persone ci incupisce ancora di più e ci fa solo pensare a quanto ancora abbiamo da fare. Poi arriva il gatto. Si distende sui fogli, mordicchia le penne, dice: “Sono qui! Sono qui! Fammi le coccole! Fammi giocare!”, e ancora, “Basta lavorare!”. Se prima irritati, poi sempre più ammorbiditi. Se prima musoni, poi con il sorriso e la dolcezza nel cuore. Non sono guanti caldi e cappelli di feltro a scaldare le giornate d’inverno, sono le fusa di quel gatto rompiscatole a scaldare l’umore.

Annunci

Pubblicato il 16 gennaio 2012, in Foto Gatti con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: