Otto regole per un gatto casalingo felice

Ogni tanto mi sento un po’ in colpa per avere tre gatti in casa in un appartamento al terzo piano. Sì, ho due terrazze, ma vuoi mettere rispetto ad avere un giardino o vivere in giro per il mondo, cacciando e giocando con gli altri gatti di strada? Ovviamente in casa conducono una vita più sicura e tranquilla, ma molto più noiosa e meno stimolante. Allora ci sono delle cose che possiamo fare per rendere la vita domestica più felice per i nostri coinquilini. Bisogna riuscire a creare un ambiente che sia sicuro e stimolante al tempo stesso. Non dico come la vita all’aperto, che è oggettivamente impossibile, ma con un po’ di attenzione e tempo si possono raggiungere ottimi risultati.

Ecco alcune cose importanti da tenere in considerazione:

1.Una buona lettiera. Forse vi potrà sembrare una cosa poco importante, in realtà è importantissima per i gatti. Per loro, animali molto schizzinosi ed estremamente puliti, avere un posto tranquillo e sicuro per la lettiera è fondamentale, tant’è vero che spesso alcuni disagi che manifestano, sono attribuibili a problemi con la lettiera. È un momento nel quale hanno la guardia abbassata e sono più esposti ai nemici, almeno in natura, ed è per questo che coprono con la massima cura ciò che producono, per nascondere le proprie tracce al nemico.

2. Cibo di qualità. I gatti casalinghi hanno bisogno di ottimo cibo per stare in salute. Equlibrato, ricco di proteine. Non cercate di far diventare il vostro gatto vegetariano! Deve essere un cibo corretto soprattutto per evitare il problema dell’obesità che è sempre in agguato, vista la minor attività fisica del gatto domestico rispetto a quello libero. Fate delle ricerche fra le tante marche, anche per conoscere gli ingredienti utilizzati, dove vengono prodotte ed anche, perchè no, se sono eticamente sensibili. Se sperimentano su animali, approfondite l’argomento e se è il caso, evitate di usare i loro prodotti.

3. Erba gatta. Non fategliela mancare, gli serve davvero. Fuori ne hanno quanta ne vogliono. L’erba fresca e lunga è sempre ricercata.

4. Giochi. I gatti amano giocare ed assicuratevi che ne abbiano tanti, il che non significa che dobbiate comprarli. Ad esempio i miei adorano giocare con un lembo della confezione del sacchetto dei croccantini. Quando aprite il sacchetto, la parte superiore della busta, diventa una preda che scappa e brilla. Inoltre sa di croccantini. Il pavimento di casa mia ne è pieno, gli amici sanno il perché. Non devono mancare palle, palline di stagnola, pupazzetti, fili e soprattutto tempo, tempo che voi gli dedicate per giocarci, almeno almeno 10 minuti al giorno… e non quando va a voi. Lanciare oggetti e giocare a nascondino sono ottimi passatempi, così come un qualunque oggetto legato con un filo all’estremità di un bastoncino. Se poi, non avete proprio tempo, stipulate una buona assicurazione e liberate un paio di mosche in casa.

5. Tiragraffi. Anche economici, ma devono essere ovunque, posizionati in maniera strategica, in modo tale che il gatto possa usarli per gli scopi principali, ovverosia, affilarsi gli artigli, staccare la parte morta delle unghie, fare un po’ di stretching e segnare il territorio. In ogni caso userà anche tutto ciò che gli capita a tiro, non preoccupatevi.

6. Rifugi. Tutti i gatti hanno bisogno di un rifugio, ovverosia un posto tutto loro dove poter andare a nascondersi se gli prende un attacco di misantropia. Una scatola, un armadio aperto, uno stanzino con una coperta, qualunque cosa va bene, loro se ne approprieranno e ci andranno quando c’è troppa confusione o semplicemente hanno voglia di stare un po’ per conto loro, senza essere disturbati. Poi mi chiedono perché adoro i gatti! Faccio la stessa cosa!

7. Stimolazione visiva. Tutti i gatti casalinghi devono, devono avere la possibilità di guardare fuori da una finestra: guardare la gente che passa, gli uccelli volare, gli alberi che si muovono. I gatti a volte sono ascetici osservatori. Li vedo che stanno anche un’ora, appoggiati allo schienale della poltroncina di camera che osservano ciò che succede fuori. Se avessero una tazza con del caffè sembrerebbe quasi che stiano prendendo ispirazione per scrivere un racconto.

8. Amore. I gatti adorano essere amati, ed è così facile amarli. Fateglielo sapere sempre, senza essere troppo invadenti. Amare un gatto vuol dire anche sapere quando è il momento di non rompergli troppo le scatole!

Annunci

Pubblicato il 5 gennaio 2012, in Consigli con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: