La coda e gli artigli

La coda

Lo sapevate che lo scondizolare dei gatti ha il significato esattamente opposto rispetto allo scodinzolare dei cani? Non significa, gioia e voglia di giocare. Anzi, è più un “cerca di stare alla larga”. La coda dei gatti è una meraviglia di anatomia e di bio-ingegneria allo stesso tempo. Oltre ad avere un importante ruolo nella modalità di comunicazione per i gatti, essa ha una importanza funzionale nell’assetto stesso del gatto, dei suoi movimenti. Lo strumento principale per bilanciare il proprio corpo durante le sue acrobazie. Più o meno ha la funzione del bilanciere per l’equilibrista che cammina sulla fune, un vero e proprio contrappeso che usa mentre cammina lungo percorsi stretti, che siano la testata del letto o gli scaffali più alti che avete in sala. Funziona, la coda, come una specie di giroscopio che consente al gatto di sapere sempre esattamente la sua posizione ed il suo orientamento, cose che sarebbero difficilissime da mantenere se devono repentinamente cambiare direzione nella corsa mentre stanno inseguendo un potenziale pranzo.

Gli artigli

Nel mondo della fantasia bisogna essere un X-Man, un mutante come Wolverine, per possedere il micidiale potere degli artigli retrattili (nel suo caso in adamantio, ma non si può avere tutto), potere che verrebbe sicuramente deriso dalla maggior parte del pubblico se il suo nome venisse tradotto in italiano. “Eccolo, l’incredibile…Ghiottone, per non infierire con Gulo Gulo!!

Per un gatto i suoi artigli sono l’arma principale. Oltre ad essergli utili nell’arrampicarsi, come dei ramponi d’acciaio, gli artigli possono essere veramente letali. Li può rapoidamente sfoderare e colpire un nemico e sventrare una preda. Gli artigli sono sempre nascosti nella zampa, finché questa non viene estesa. Inguainate in maniera sicura mentre il gatto è rilassato, anche se cammina, gli artigli rimangono sempre affilati come rasoi, pronti all’uso. Durante una stiracchiatat nel bel mezzo di un pisolino, o per un attimo di nervosismo, i tendini che controllano gli artigli vengono tesi, consentendo la loro uscita verso l’esterno.

Quando vedete il vostro gatto che si stira lungo il divano graffiandolo con precisione, sappiate che sta compiendo alcune delle azioni principali per la perfetta manutenzione della sua arma: prima di tutto le pulisce, eliminando le cellule morte che si sono offuscate e che si staccano facilmente, mantenendo l’artiglio affilato, ed inoltre esercita la muscolatura con del sano stretching. Per non parlare dell’azione di marcatura del territorio, fatta di graffi e sostenze secrete dalla ghiandole che si trovano tra le dita. Lo fanno sia i felini domestici che quelli selvaggi.

Annunci

Pubblicato il 16 novembre 2011, in Curiosità, Salute con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: