I racconti della nonna

Ci sono dei fatti, dei racconti, delle “verità” che si tramandano di generazione in generazione. Come tutte le cose che nascono nella “notte dei tempi”, poi, durante il percorso che li fa giungere a noi, subiscono delle variazioni e delle modifiche che creano miti e leggende… o semplicemente clamorose balle! Basta ricordarsi cosa succedeva giocando al “Telefono senza Fili” da bambini per capire il meccanismo… non ci giocano più? Se non lo conoscete, provate a mettere una decina di bambini in fila, dite una volta sola qualcosa nell’orecchio al primo, che lo dovrà dire anche lui una volta sola al secondo, e così via… l’ultimo bambino dovrà dire ad alta voce la frase che gli è stata detta nell’orecchio e raramente è uguale a quella iniziale.

Essendo i gatti compagni di vita dell’uomo da praticamente sempre (non siate pignoli, il gatto è stato il primo che è riuscito ad addomesticare l’uomo, lo sapete tutti!), esistono migliaia di “verità” sui gatti e sul loro comportamento. Alcune vere, altre leggermente immaginarie. Prendiamone cinque e cerchiamo di capire che tipo di “verità” sono:

1. I gatti possono “aspirare” il respiro dei bambini piccoli.

2. Le donne incinta non devono pulire le lettiera del gatto.

3. I gatti possono causare schizofrenia.

4. I gatti possono vedere i fantasmi.

5. Il latte fa bene ai gatti.

1. I gatti possono “aspirare” il respiro dei bambini piccoli – Per quanto possa sembrare strano c’è chi pensa che questa notizia sia vera, ma non lo è. In molti film, specialmente thriller, questa storia è raccontata e descritta perché è comunque molto suggestiva, e probabilmente ispirata dal fatto che i gatti avvicinano molto il loro naso al volto degli umani dei quali si fidano, un gesto molto comune che pare significhi “mi piaci”. Ciò serve anche a conoscere e riconoscere meglio olfattivamente chi hanno di fronte. Poi lo sapete, i gatti da vicino non ci vedono benissimo, per cui vanno a naso.

2. Le donne incinta non devono pulire le lettiera del gattoQuesta è vera, il che non significa che dobbiate sbarazzarvi del gatto se aspettate un bebè. LaToxoplasmosi deriva da un parassita ed il gatto ne può essere un portatore sano, senza alcun tipo di sintomo. Possiamo essere colpiti se abbiamo a che fare con le feci del micio, ed un eventuale contagio potrebbe essere molto dannoso durante la fase dello sviluppo del feto. Per cui è meglio se la futura mamma evita tale incombenza. Inoltre il rischio si abbassa se la lettiera viene pulita almeno una volta ogni 24 ore. A dire il vero, il pericolo della Toxoplasmosi potrebbe derivare anche dal giardinaggio e dal maneggiare carne cruda in cucina, e la miglior cosa è quella di indossare sempre i guanti.

3. I gatti possono causare schizofrenia – Ciò non è assolutamente vero… giusto Mr Hyde? Certo Dottor Jekyll! Anzi, è verissimo il contrario. È noto che la compagnia di un gatto può essere di assoluto beneficio per la salute mentale delle persone affete da “anomalie” o “scompensi”. Potrebbe essere vero se parliamo di una particolare forma di schizofrenia: quella che ti fa credere e desiderare di essere un gatto.

4. I gatti possono vedere i fantasmi – La migliore risposta a questa storia è: non esistono evidenze scientifiche che sostengano tali ipotesi. Ovverosia, non possiamo dire se è vero o se non è vero. Prima di tutto dovremmo dimostrare se esistono o no i fantasmi. Poiché non esiste prova scientifica della loro esistenza, così come non esiste quella che dimostri il contrario, non possiamo essere sicuri di ciò che vede il nostro gatto quando, mentre ci guarda negli occhi, sposta lo sguardo alle nostre spalle con aria stupita… e non dite che il vostro gatto non l’ha mai fatto!

5. Il latte fa bene ai gatti – Vedere la scena del gatto che beve il latte, è un classico della filmografia disneyana. Il che non significa che non sia vero, ma se il vostro gatto ha una buona dieta, di alta qualità, non ha bisogno del latte. Il latte vaccino, inoltre, contiene una quantità di lattosio che un gatto difficilmente tollera e gli può causare diarrea. Un po’ come chi soffre di colite! Ci sono dei tipi di latte per i felini, se volete potete dargli quelli che sono più sicuri.

Questi sono solo alcuni racconti della nonna, ma ce ne sono centinaia e ve ne proporrò altri nelle prossime occasioni.

Fonte| PetPlace

Annunci

Pubblicato il 11 ottobre 2011, in Consigli, Curiosità con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: